Cremona: Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02) (abilitante ai sensi del D.Lgs n. 42/2004)

Versione stampabileVersione stampabile

OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso di laurea magistrale a ciclo unico, della durata di cinque anni, forma e abilita alla professione di restauratore dei beni culturali attraverso un percorso ampio e strutturato che coniuga solide competenze culturali in ambito umanistico e scientifico con lo sviluppo dell’abilità manuale e con la consapevolezza dei problemi di ordine etico e deontologico relativi alla conservazione e al restauro dei beni culturali. Il percorso formativo professionalizzante attivato è il n. 6 – Strumenti musicali – strumentazioni e strumenti scientifici e tecnici

DOPO LA LAUREA
Il laureato magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali è abilitato, ai sensi di legge, alla professione di restauratore sui beni vincolati. Il percorso di studio definisce il profilo di un professionista in grado di operare nei campi della conservazione, del restauro, della gestione e valorizzazione degli strumenti musicali e di quelli della scienza e della tecnica in qualità di restauratore, curatore o conservatore in strutture museali

AREE TEMATICHE CARATTERIZZANTI
Il corso di laurea, per la sua intrinseca natura professionalizzante, coniuga solide basi culturali all’attenzione specifica per la pratica mediante attività laboratoriali e tirocinio. In particolare il corso si fonda sulle seguenti aree tematiche:
• Discipline tecnico-scientifiche applicate al restauro
• Discipline musicologiche e storico-artistiche
• Attività pratiche di laboratorio

PIANO DEGLI STUDI
I ANNO CFU
Storia della musica 6
Strumenti musicali del mondo 6
Fondamenti di chimica 6
Biologia applicata al restauro 6
Fisica 6
Metodologia della ricerca bibliografica 6
Storia dell’arte medievale 6
Laboratorio 1 14
• Strumentazione scientifica e tecnica 3
• Strumenti musicali 11


II ANNO CFU
Storia delle tecniche costruttive degli strumenti musicali 12
Acustica musicale 12
Chimica organica 6
Fondamenti di disegno e documentazione grafica 6
Sistemi di elaborazione delle informazioni 6
Storia dell’arte moderna 6
Laboratorio 2 14
• Strumentazione scientifica e tecnica 3
• Strumenti musicali 11

III ANNO CFU
Storia e teorie del restauro 12
Fisica applicata ai beni culturali e ambientali 6
Chimica dell’ambiente e dei beni culturali 6
Legislazione dei beni culturali 6
Principi e tecniche di controllo ambientale oppure Scienza e tecnologia dei materiali 6
Laboratorio 3 22
• Strumentazione scientifica e tecnica 5
• Strumenti musicali 17


IV ANNO CFU
Museologia 8
Chimica del restauro 6
Economia aziendale 6
Storia della prassi esecutiva 6
Paleografia oppure Storia della scienza 6
Laboratorio 4 30
• Strumentazione scientifica e tecnica 5
• Strumenti musicali 25

V ANNO CFU
A scelta dello studente 12
Inglese 6
Laboratorio 5 20
• Strumentazione scientifica e tecnica 4
• Strumenti musicali 16

Tirocinio + Prova finale 24

CREDITI FORMATIVI
Il corso di laurea prevede l’acquisizione di 300 CFU complessivi, di cui almeno 90 da maturare nei laboratori e cantieri di restauro previsti dagli ordinamenti di studio.

Sede

Palazzo Raimondi
Corso Garibaldi, 178
26100 Cremona CR
Tel. 0372 25575 - 33925
referReferente del corso di laurea, Prof.ssa Angela Romagnoli: angela.romagnoli@unipv.it

Ufficio di riferimento

Destinatari dell'attività

REQUISITI DI ACCESSO
Per essere ammesso al corso di laurea in Conservazione e restauro dei beni culturali lo studente deve essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo equipollente. Per l’ammissione si richiede inoltre un’adeguata preparazione iniziale in ambito umanistico e scientifico, nonché una conoscenza musicale di base. È inoltre indispensabile il possesso di una adeguata abilità manuale nella lavorazione dei materiali specificamente riconducibili all’ambito degli strumenti musicali e di quelli scientifici e tecnici. L’adeguatezza dei requisiti curriculari e della preparazione dello studente è verificata tramite tre prove di ammissione dinanzi ad apposita Commissione, per le quali si rimanda al Manifesto degli studi.
In base all’articolo 2 comma 4 del D.I. 87/2009, il rapporto docenti/studenti per le ore di laboratorio sarà di uno a cinque.
Pertanto saranno ammessi 5 studenti per ciascuna annualità.

Inizio corso

Per informazioni sulle modalità di accesso ai corsi e sulle procedure di immatricolazione telefona alla
Segreteria studenti (tel. 0372 25575) o vai al sito: http://www.unipv.eu/site/home/articolo849.html

Costi di partecipazione

Tassa di partecipazione a prove di ammissione (vedi requisiti d'accesso)
Tasse universitarie

Titolo rilasciato

Laurea di secondo Livello

Scadenza iscrizione

Vedi bando sul sito del Dipartimento

L'iscrizione deve essere presentata a

Responsabile del procedimento

Referente del corso di laurea, Prof.ssa Angela Romagnoli

Approfondimenti

Ente di riferimento

1