Cremona: Servizio Politiche del lavoro per i Disabili della Provincia di Cremona – Collocamento Mirato

Versione stampabileVersione stampabile
Piazza Stradivari, 5
26100 Cremona CR
Tel. 0372 406536 - Fax 0372 406635

orario

Per accedere ai servizi del Collocamento mirato è necessario fissare un appuntamento presso il Centro per l’Impiego di competenza specificando l’intenzione di iscriversi agli elenchi della legge 68/1999. Gli utenti interessati sono pregati di concordare l'appuntamento telefonicamente o via mail ai recapiti del Centro per l’impiego sotto indicati.

Centro impiego di Cremona:
https://www.provincia.cremona.it/cpi/cpi-casalmaggiore.php
Corso Matteotti n. 15
Tel 0372 22060-457480
centro.impiego.cremona@provinci.cremona.it

Centro impiego di Crema
https://www.provincia.cremona.it/cpi/cpi-crema.php
Via A. De Gasperi, 60
Tel. 0373 201632 - 0373 202592 - Fax. 0373 202417
centro.impiego.crema@provincia.cremona.it

Centro impiego di Casalmaggiore
https://www.provincia.cremona.it/cpi/cpi-casalmaggiore.php
Via Cairoli, 60
Tel. 0375 42213 - Fax. 0375 200372
centro.impiego.casalmaggiore@provincia.cremona.it

Centro impiego di Soresina
https://www.provincia.cremona.it/cpi/cpi-soresina.php
Via IV Novembre 12 (Torre Civica)
Tel. 0374 340172 - Fax. 0374 342083
centro.impiego.soresina@provincia.cremona.it

destinatari dell'ufficio

Persone con disabilità e persone appartenenti ad una delle categorie previste dall’art. 18 della legge n. 68/1999 in possesso dei seguenti requisiti:
A) REQUISITI PER L’ISCRIZIONE AL COLLOCAMENTO PER PERSONE CON DISABILITA’
https://www.provincia.cremona.it/lavoro/?view=Pagina&id=4079
Per l'iscrizione agli elenchi del Collocamento Mirato occorre essere in possesso di tutti i seguenti requisiti:
• avere compiuto 16 anni (i minori di 18 anni devono avere assolto l'obbligo scolastico) e non avere raggiunto l’età pensionabile;
• essere in possesso della certificazione attestante la propria situazione di disabilità o di appartenenza alle categorie protette (art. 18 legge 68/99)
• essere privo di lavoro o svolgere un'attività lavorativa il cui reddito annuale non sia superiore al reddito minimo personale escluso da imposizione fiscale;
• avere rilasciato la dichiarazione di immediata disponibilità (DID)

Occorre, inoltre, disporre di determinati documenti, diversi a seconda della categoria di disabilità, come illustrato nella tabella che segue:
-Categoria
Invalidi civili, sordi e non vedenti
Persone affette da minorazioni fisiche, psichiche e portatori di disabilità intellettiva con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%
Documentazione per iscrizione al collocamento mirato (IN ORIGINALE)
Verbale di accertamento dell’invalidità civile e delle condizioni di visive e di sordità rilasciato dalla Commissione Medica competente

-Categoria
Invalidi del lavoro
Persone che anno subito infortuni sul lavoro con una riduzione della capacità lavorativa pari almeno al 34%
Documentazione per iscrizione al collocamento mirato (IN ORIGINALE)
Verbale rilasciato dall’INAIL

-Categoria
Non vedenti
Persone colpite da cecità assoluta o con un residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi, con eventuale correzione o con deficit del campo visivo previsti dalla l. n. 138/2001)
Documentazione per iscrizione al collocamento mirato (IN ORIGINALE)
Verbale di accertamento dell’invalidità civile e delle condizioni di visive e di sordità rilasciato dalla Commissione Medica competente dall’INPS (parificate al 100%)

-Categoria
Non udenti
Persone sorde dalla nascita o con sordità acquisita prima dell'apprendimento della lingua parlata
Documentazione per iscrizione al collocamento mirato (IN ORIGINALE)
Verbale di accertamento dell’invalidità civile e delle condizioni di visive e di sordità rilasciato dalla Commissione Medica competente (parificate all’80%)

-Categoria
Invalidi di guerra, invalidi civili di guerra e invalidi per servizio
Persone con minorazioni comprese tra la prima e l’ottava categoria
Documentazione per iscrizione al collocamento mirato (IN ORIGINALE)
Decreto del Ministero del Tesoro, oppure dichiarazione della commissione medica dell’ospedale militare

-Categoria
Centralinisti non vedenti
Massaggiatori e massofisioterapisti
Terapisti della riabilitazione
Persone con disabilità visiva iscritte ad albi professionali dedicati (centralinisti – massaggiatori e massofisioterapisti – terapisti della riabilitazione)
Documentazione per iscrizione al collocamento mirato (IN ORIGINALE)
Attestazione della qualifica conseguita o del titolo equipollente

-Categoria
Percettori di assegno ordinario di invalidità
Documentazione per iscrizione al collocamento mirato (IN ORIGINALE)
Certificato o attestazione INPS

B) I REQUISITI PER L’ISCRIZIONE AL COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO DELLE CATEGORIE PROTETTE:
https://www.provincia.cremona.it/lavoro/?view=Pagina&id=4157
Hanno diritto all’iscrizione agli elenchi della legge n.68/99 anche le persone appartenenti alle seguenti categorie:
a- orfani e coniugi superstiti di coloro che siano deceduti per causa di lavoro, ovvero in conseguenza dell'aggravarsi dell'invalidità riportata per tali cause, anche se non in stato di disoccupazione;
b- orfani e coniugi superstiti di coloro che siano deceduti a causa di guerra o di servizio, ovvero in conseguenza dell'aggravarsi dell'invalidità riportata per tali cause;
c- coniugi e figli di soggetti riconosciuti grandi invalidi per causa di guerra, di servizio e di lavoro, esclusivamente in via sostitutiva dell’avente diritto a titolo principale;
d- profughi italiani rimpatriati (legge n. 763/1981);
e- vittime e familiari delle vittime della criminalità organizzata e del terrorismo (coniuge e figli superstiti, ovvero i fratelli/sorelle conviventi e a carico, qualora siano gli unici superstiti) anche se non in stato di disoccupazione (legge n. 407/1998 s.m.i );
f- vittime del dovere e familiari delle vittime del dovere, esclusivamente in via sostitutiva dell'avente diritto a titolo principale e anche se non in stato di disoccupazione (legge n. 466/1980, legge n. 266/2005, D.P.R. n. 243/2006).
g- testimoni di giustizia e familiari (coniuge e figli ovvero i fratelli/sorelle conviventi e a carico) ammessi alle misure di protezione, anche se non in stato di disoccupazione(legge n. 6/2018 art. 7 comma1 lettera h);
h- orfani per crimini domestici (art. 6 legge n. 4/2018);
i- orfani di Rigopiano, anche se non in stato di disoccupazione (D.L. n. 135/18 art. 11 septies comma 2);
j- care leavers (art. 67bis DL n. 34/2020)

All’appuntamento occorre recarsi portando con sé:
• documento di identità e codice fiscale in originale
• per i cittadini extraUE: permesso di soggiorno in corso di validità (o, se scaduto, permesso scaduto anche in fotocopia e originale della richiesta di rinnovo)
• documento che attesti il reddito lordo annuo dell’anno precedente (o autocertificazione)
• in caso di svolgimento di attività autonoma o subordinata all’atto dell’iscrizione, documentazione comprovante il non superamento delle soglie di reddito;
• verbale d'invalidità (originale) o documento attestante l’invalidità in cui è indicata la percentuale assegnata;
• relazione conclusiva ai sensi del D.P.C.M. del 13 gennaio 2000 (ricevuta della richiesta di nel caso in cui non fosse in possesso)

Nell’impossibilità di recarsi presso il Centro per l’impiego, è consentito iscriversi anche da remoto (vedi link sopra)
I VANTAGGI DELL’ISCRIZIONE
Gli operatori del Collocamento Mirato (vedi scheda “contatti”) forniranno consulenza e sostegno per la definizione di un progetto formativo e professionale proponendo, a seconda delle necessità della persona, la seguente gamma di servizi:
- Colloquio di accoglienza: anamnesi complessiva della situazione personale e lavorativa e dei bisogni, invio ai servizi territoriali competenti in caso di necessità di un servizio di mediazione
- Informazione orientativa: descrizione dei servizi e della rete territoriale dei servizi per il lavoro, dei servizi di istruzione e formazione, dei servizi socio-assistenziali di supporto
- Servizi specialistici: orientamento al lavoro, bilancio di competenze, bilancio attitudinale, accompagnamento all’inserimento lavorativo
- Ricerca attiva del lavoro: strumenti e tecniche di ricerca del lavoro, redazione del curriculum vitae, simulazione del colloquio di selezione
- Servizio incontro domanda-offerta:: presentazione del profilo e del curriculum vitae presso le aziende con obblighi assunzionali ai sensi della Legge n. 68/1999
Contatti (CPI) : a cremona anche il n. 0372 457480
La legge per il diritto al lavoro per i disabili n. 68/1999, promuove l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità e degli appartenenti alle altre categorie protette nel mondo del lavoro attivando una serie di strumenti che permettano di valutare adeguatamente le persone con disabilità nelle loro capacità lavorative e di inserirle nel posto adatto, attraverso analisi di posti di lavoro, forme di sostegno, azioni positive e soluzioni dei problemi connessi con gli ambienti, gli strumenti e le relazioni interpersonali sui luoghi di lavoro e di relazione.
Il Collocamento Mirato ha l’obiettivo di favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro in maniera mirata, tenendo conto delle situazioni individuali e delle mansioni offerte dal mercato del lavoro.
I servizi sono erogati da personale specializzato presente in ognuno dei 4 Centri per l’impiego della Provincia di Cremona.

link alle schede dei servizi forniti da "Cremona: Servizio Politiche del lavoro per i Disabili della Provincia di Cremona – Collocamento Mirato "

Approfondimenti

Ente di riferimento:

1