Cerco lavoro: il colloquio di selezione

Versione stampabileVersione stampabile
Il colloquio di lavoro è, dopo il curriculum, lo strumento fondamentale attraverso cui l’azienda, finalmente, conosce il candidato.
 
E’ un momento di scambio di informazioni reciproco, all’interno del quale si ha la possibilità di presentare le proprie esperienze formative e professionali, entrando nei dettagli delle competenze e soprattutto di presentarsi come professionisti e persone.
 
Ricorda sempre che il colloquio di lavoro non è a senso unico: l’azienda ha bisogno della persona giusta per ricoprire la posizione vacante.
 
Per prepararti al colloquio, ricordati di prendere il maggior numero di informazioni possibili sull’azienda e se possibile, sulla posizione che stanno per offrire.
 
Durante il colloquio ascolta attivamente quello che il selezionatore racconta dell’azienda e della posizione, fai domande se non sono chiare alcune informazioni o se desideri approfondire alcuni argomenti, dimostrando così interesse e pro-attività.
 
La fase di intervista vera e propria del colloquio ti vede come protagonista: è fondamentale dare risposte complete, esaurienti e sincere, cercando di dire tutto ciò che può essere considerato pertinente alla posizione, sia per la tua professionalità che per le tue caratteristiche personali senza essere però troppo prolissi.
 
E’ importante far emergere chi sei: in un contesto lavorativo sono infatti rilevanti sia le competenze e le conoscenze tecniche, sia le competenze relazionali, poiché dovrai vivere e lavorare a contatto con altre persone.
 
Il selezionatore è lì per valutare il profilo tuo professionale: preparare un racconto strutturato ti aiuterà ad evitare incongruenze o pause troppo lunghe e ti consentirà di dare l’impressione di essere sicuri di te stessi e del tuo percorso.
 
Cerca di dare il meglio di te!
 
Al termine del colloquio è possibile che ti venga comunicato che la scelta verrà effettuata all’interno di una rosa di candidature e che quindi sarai informati dell’esito del colloquio in un secondo momento.
 
Ricorda che le tempistiche di selezione sono spesso lunghe e quindi una risposta, sia positiva che negativa, può farsi attendere anche settimane.
 
Se vuoi essere più tranquillo, puoi fare una telefonata e chiedere cortesemente a che punto è il processo di selezione: questo dimostra interesse per l’azienda e la posizione, l’importante è non essere troppo assillanti!
 

 
Consulta anche i consigli di Cliclavoro!
  26 letture - ultimo aggiornamento: 29-12-2014    
1