Cremona:CORSO DI BASE PER RLS: La formazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

Versione stampabileVersione stampabile

Promosso dall'Organismo Paritetico Provinciale - OPP

SIGNIFICATO E FINALITÀ
Il D. Lgs. 81/08 prevede l'istituzione della figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza in un'ottica di collaborazione con il Datore di Lavoro per la formulazione e l'attuazione delle misure di prevenzione.
Per svolgere la propria funzione all'interno di un’azienda, l’RLS deve avere idonee competenze in tema di salute e sicurezza dei lavoratori e adeguate conoscenze in ambito giuridico, per questa ragione il D. Lgs. 81/2008 stabilisce che tale soggetto debba avere una formazione adeguata.
Il corso proposto, della durata di 32 ore, è coerente alle indicazioni previste dalla norma di riferimento ed è condiviso con l’Organismo Paritetico Provinciale.

DOCENZA:
Esperti e tecnici individuati dall'Organismo Paritetico Provinciale

Sede

Associazione Industriali di Cremona
, piazza Cadorna 6
26100 Cremona CR
Tel. 0372 4171 - Fax 0372 417340

Ufficio di riferimento

Destinatari dell'attività

DESTINATARI
Dipendenti nominati come Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Programma / Calendario dell'attività

PROGRAMMA
Modulo 1 - Presentazione corso e corsisti. Lavoro di Gruppo: “Ruolo e funzioni dell’RLS: percezioni e aspettative”. Il contesto dell’azione dell’RLS e il suo sviluppo nel tempo. Il D. Lgs. 81/08 e successive modificazioni come sistema organizzato di prevenzione; caratteristiche, compiti, diritti, doveri del RLS secondo la legislazione (generalità); suo ruolo collaborativo nel quadro della logica partecipativa e delle relazioni industriali; concetti basilari e linguaggio della prevenzione: sicurezza, pericolo, protezione, valutazione dei rischi, promozione, pianificazione; concetti di legge, normativa, procedura, ordine di servizio, accordo. Gli organismi paritetici (art. 51).

Modulo 2 - La legislazione in materia di sicurezza sul lavoro (parte prima). Gerarchia delle fonti giuridiche: le fonti comunitarie e nazionali primarie e secondarie. Quadro normativo generale. Legislazione europea. Il D. Lgs. 81/08; diritto costituzionale alla salute e responsabilità; lo Statuto dei Lavoratori. Le figure responsabili previste dal D.Lgs 81/08: ruoli e collaborazione. Il nuovo modello collaborativo in azienda. Il datore di lavoro (D.L.). Il Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione (R.S.P.P.) e il Servizio di Protezione e Prevenzione. Il Medico Competente (M.C.). Gli incaricati del servizio antincendio, emergenza, primo soccorso. Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS): compiti e responsabilità. Informazione e formazione dei lavoratori.

Modulo 3 - Il ruolo comunicativo dell’RLS. Competenze dell’RLS e suo ruolo comunicativo. Importanza della comunicazione nella gestione de conflitto e del consenso. Strategie comunicative. La negoziazione e la gestione delle riunioni. I principali rischi psico-sociali: i rischi di non sicurezza e di non salute. Ruoli e attori della prevenzione come soluzione ai problemi. Comunicazione attiva/passiva, interpersonale e di gruppo. La valutazione dei rischi: procedure e documentazione. Valutazione rischi e misure preventive. Il processo di valutazione del rischio: rischi derivanti da macchine e impianti e rischi derivanti dall'ambiente di lavoro. La gestione degli appalti e il coordinamento delle imprese. Lavoratori autonomi, lavoratori somministrati. L’aggiornamento della valutazione e i criteri generali di giudizio. La riunione periodica dei responsabili.

Modulo 4 - La legislazione in materia di sicurezza sul lavoro (parte seconda). Accordi interconfederali ed eventuali accordi territoriali. Legislazione italiana (D. Lgs. 81/08). Sistema sanzionatorio e organi di vigilanza. Organi di vigilanza: ASL, Regione, Stato Strumenti della vigilanza. Ruolo della Magistratura. Strutture pubbliche di assistenza e prevenzione. Strutture private e loro organizzazione.

Modulo 5 - La sorveglianza sanitaria e il medico competente. La vigilanza e le strutture per la salute dei lavoratori. L’uomo e l’ambiente, nocività da inalazione, da contatto, da ingestione. I sistemi di difesa dell’organismo. Concetto di infezione, intossicazione acuta, intossicazione cronica, allergia, cancerogenesi. Il monitoraggio biologico nelle attività lavorative a rischi. Informazione dei lavoratori. Formazione ed educazione dalla salute. Malattie professionali, malattie da lavoro. Inquadramento normativo. Profilo legislativo – professionale del medico competente. L’intervento del medico competente in azienda. Giudizio di inidoneità e idoneità al lavoro specifico. Denunce di infortunio e di malattia professionale: l’INAIL. Organizzazione del Pronto Soccorso in azienda: i lavoratori incaricati dei provvedimenti di primo soccorso. Gravidanza e lavoro minorile.

Modulo 6 - I rischi lavorativi. Fattori di rischio: aspetti normativi e definizioni. Movimentazione manuale dei carichi. Videoterminali. Rischi fisici: rumore, vibrazioni. Fattori di rischio chimico: agenti biologici, cancerogeni e chimici pericolosi. I rischi lavorativi psicosociali: stress, mobbing, ecc.. Fumo, alcool e sostanze stupefacenti. Dispositivi di protezione individuale (DPI, normativa, inventario dei rischi e criteri di scelta).

Modulo 7 - Il problema degli infortuni. Definizione di infortunio, tipi di infortunio e ricerca delle cause. Criteri generali di protezione e prevenzione tecnica. Fattori generali di pericolo connessi alla presenza di macchine, attrezzature, impianti energetici, di movimentazione e sollevamento, cadute dall'alto. Aree di pericolo nei luoghi di lavoro e ai posti di lavoro. Richiamo alla normativa specifica esistente; il registro infortuni. Verifiche preliminari e periodiche. Segnaletica di sicurezza. Attrezzature di lavoro. La prevenzione incendi e la gestione dell’emergenza. Il Quadro normativo (DPR 151/2011). Il fuoco: prevenzione e protezione: organizzazione e gestione della sicurezza antincendio. Mezzi di protezione (estintori, idranti …). La valutazione del rischio incendio: le situazioni di emergenza in azienda. I piani di emergenza: problematiche operative. L’informazione e la formazione dei lavoratori. Addestramento degli addetti all'emergenza. Il ruolo del RLS nella problematica emergenza incendi. Certificato di prevenzione incendi e nulla osta provvisorio.

Modulo 8 - Lavoro di gruppo: “Ritorniamo a ruoli e funzioni dell’RLS”. Proposte e conclusione del corso. Discussione conclusiva del corso, basata su proposte e problemi pratici posti dai partecipanti in merito a: attuazione del D. Lgs. 81/08, valutazione e verifica dei rischi, ruolo dell’RLS e organizzazione in azienda, informazione e formazione dei lavoratori.

Inizio corso

06 febbraio 2023
Orario: 14.00/18.00

Fine corso

28 febbraio 2023
Orario: 8.30/12.30 - 14.00/18.00

Totale ore del corso

32 ore

Suddivisione del monte ore

CALENDARIO DIDATTICO
06 febbraio 2023

09 febbraio 2023

13 febbraio 2023

16 febbraio 2023

22 febbraio 2023

23 febbraio 2023

Orario: 14.00/18.00

28 febbraio 2023 (orario: 8.30/12.30 - 14.00/18.00)

Costi di partecipazione

QUOTA DI ISCRIZIONE
€ 330 + Iva per partecipante per le aziende associate all'Associazione Industriali di Cremona

€ 390 + Iva per partecipante per le aziende non associate all'Associazione Industriali di Cremona

Costo del procedimento

nessun costo

Titolo rilasciato

Attestato di partecipazione

L'iscrizione deve essere presentata a

Approfondimenti

Ente di riferimento

1